Il Santuario Sacro Cuore dalle origini...

Nel 1873 Monsignor Gastaldi coi Padri Cappuccini pose mano all'edificazione della Chiesa attuale, su disegno dell'illustr. Sig. Conte Arborio Mella di Vercelli, assistito dal Conte Reviglio della Venaria e degli ingg. Soldati e Pulciano. Ma per mancanza di mezzi, il grandioso disegno non fu del tutto eseguito e troncato all'abside del coro.

Tuttavia il 30 Giugno 1873 fu benedetta la pietra fondamentale da Monsignor Gastaldi ed i lavori condotti con tanta energia che, dopo tre anni fu aperta al pubblico

Nell'anno 1876 il Rev. Sig. Canonico Tommaso Chiuso, per delegazione dell'Arcivescovo, la benedì chiamando a funzionarla quale nuova Parrocchia

i Padri Cappuccini, affidandola alla cura del M.R.D. Elzeario Bono, Cappuccino religioso osservantissimo e pieno di zelo.

Dopo breve malattia il 09 Aprile 1878 se ne volava in cielo.

Qui si riassumono gli avvenimenti importanti nel periodo del suo ministero:

Il 08 Giugno 1902 si celebrarono con straordinari festeggiamenti il Venticinquesimo anno di fondazione della Parrocchia. A portar maggior decoro alla sollenità degnavasi venire da Pontremoli Mons. Angelo Fiorino Vescovo Cappuccino. In questa circostanza i Parrocchiani vollero dare una testimonianza d'affetto al P. Curato, costituendosi in Comitato sotto la presidenza del Comm. Pasquale Negri di riconosciuta memoria, e la direzione del M.R.D. Celestino Vice Curato. Offrirono al P. Curato un'artistica pergamena ed un ricco cofanetto contenebte mille e trecento lire in tanti scudi d'argento, simboleggiante le nozze d'argento della Parrocchia.

In questa medesima occasione inauguravasi pure il prezioso paramento in tela d'argento ricamata in oro fino, ordinato dal P. Curato alla Ditta L. Bellacomba. Il 08 Dicembre 1902 venne celebrato il 25° anno dell'erezione della veneranda Compagnia delle figle di Maria con l'intervento di Sua Ecc. Rev.ma Mons. Emiliano Manacorda Vescovo di Fossano. In tale circostanza venne rimodernato ed adattato il grandioso organo secondo le esigenze della S. Liturgia. Nel 1903 si provvide alla decorazione artistica della Sacrestia.

Carousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel image

Nel 1904 doveva segnare un vero trionfo per la Patrona dell'Ordine Francescano e delle Figlie di Maria nella nostra Parrocchia, in occasione del cinquantenario della definizione dogmatica dell'Immacolata Concezione. Preceduta da un corso di spirituali Rsercizi dettati da valenti oratori,non poteva riuscire più commovente tale solennità. Il punto culminante però fu raggiunto quando Mons. Manocorda sali il trono, ove in uno smagliante sfarzo di luce campeggiava la statua dellìImmacolata, dopo aver benedetta la corona d'oro eseguita dalla ditta Marty di Torino, convero garbo angelico gliela poneva sul capo, fra la commozione del popolo accorso in gran folla. Il 21 Maggio 1907, su disegno dell'Ill.mo Sig. Ing Gallo Giuseppe si iniziarono i nuovi lavori dal bravo Impresario Costruttore Sig. Giovanni Boggio.

Difficoltà tecniche non permisero l'esecuzione del primiero disegno ed i lavori furono ristretti al prolungamento del prebiterio -coro.

Disegnate dall'Ing. Gallo sono le vetrate artistiche ed eseguite dalla casa H. Oidtonanne e C. Linich.L'Altare Maggiore in marmo con marmo con grandioso trono, dono cospicuo del Comm. Atleta Michele e opera del laboratorio Fratelli Catella.

Il cancello della balaustra in ferro è opera del Sig. Rebaudengo e la decorazione generale della Chiesa eseguita dal Sig. Costantino Felli. Il Coro eseguito nel laboratorio del nostro Sig. Favini

Il 24 Giugno 1910 Sua Ecc. il Cardinale Richelmy benediva solennemente la nuova statua del S. Cuore di Gesù,alta 4 metri e cinquanta centimetri opera dello scultore Sig. Giuseppe Erbetta ed il nuovo Tabernacolo della ditta Garbolino Fanno bella mostra di sè sull'altare maggiore l'apparato splendido dei candelabri di bronzo.

Il 05 Dicembre 1910 Sua Eminenza il Cardinale volle dare prova della sua divozione al S. Cuore di Gesù, e con suo decreto annuendo alla supplica presentata dal P. Curato, riconosceva e concedeva alla Chiesa nostra officiata dai PP Cappuccini secondo le disposizioni del precedessore Mons. Gastaldi,

il titolo di "Santuario del S. Cuore di Gesù",pietà dei nostri carissimi diocesani e specialmente i Torinesi, trarrà da questo fatto, motivo di gareggiare sempre più negli omaggi al medesimo Divin Cuore". Il 15 Aprile 1911 veniva eretta la nuova artistica Via Crucis dal M.R.P. Angelico da None Provinciale Cappuccino, tenendo i fervorini a ciascuna stazione il M.R.P. Innocenzo da Balme Cav. Martinengo. Il 17 Aprile 1911 veniva innaugurato il grandioso prezioso ostensorio d'argento costruito dal Sig. Staverengo Domenico.

Il 09 Dicembre 1911 venivano inaugurati con solenne consacrazione da Sua E. il Cardinale Richelmy, tutti i lavori eseguiti comprese le quattro magnifiche bussole, il Battistero, i sei Confessionali in perfetto stile con la Chiesa, usciti dal laboratorio del Comm. Pasquale Negri. Con la solenne consacrazione della Chiesa si fece un pò di sosta nei lavoria causa acnhe della guerra. Il 25 Novembre 1923 si inaugurano i due altari laterali in noce, dedicati al Crocifisso e all'Immacolata, con le pale dipinte da L. Guglielmino.